venerdì 3 novembre 2017

A VOLTE RITORNANO... E RITORNANO... E RITORNANO


Lo so lo so: periodicamente arrivo con un post intitolato così, le cose girano per un po' e poi di nuovo il buio. Che ci devo fare. Sto impicciatissima!!


Allora, vediamo... non ci si sente da maggio eh? Gesù!
Bene vediamo... aggiornamento rapido.


IL RIC: da maggio ad oggi, ha recuperato il disagio scolastico passando bene i due esami che alla fine ha beccato a settembre, ed ha ricominciato l'anno scolastico decisamente con un'altra marcia. Non che sia la perfezione, ma sta studiando fin dal primo giorno ed è un bel miglioramento. Anche il suo umore adolescenzial-ormonale devo dire che si sta dando una regolata. Ha ancora i suoi momenti bui, ma il trend è positivo. La storia con la morosa molto più grande è giunta al capolinea verso l'inizio di giugno, senza troppi patemi. Al momento è libero e bello. Per l'evoluzione fisica, vi rimando alle foto che metterò tra breve sulla banda laterale sinistra e che sia chiaro: inserisco solo ed esclusivamente per Vedettone nostro, nel caso passi ancora di qua ogni tanto, che così si rilassa sull'abbigliamento degli adolescenti debosciati del giorno d'oggi. Ciao Vedetta, come stai?


IL LO: com'è che lo chiamavo? Lo? Lollo? Scheggia? E' passato talmente tanto tempo che non mi ricordo più quale soprannome avevo scelto dopo la data di scadenza di "Nin". Che madre degenere. Comunque, ha cominciato con discreto successo la quinta elementare e io sto qui che penso a come renderlo adatto alle medie nel breve volgere di qualche mese. Non so che dire. Continuo a vederlo talmente patatone tenerone piccirillo che non riesco a capacitarmi. La sua carriera rugbistica continua, quest'anno ha cambiato categoria e si trova di nuovo ad essere uno dei "piccoli" della squadra di Under 12 che comprende bambini di 10 e 11 anni. E non solo come età: abbiamo dei piloni undicenni dalla corporatura decisamente fuori scala, tipo 165 cm x 65 kg... considerando che il Lo è 142 x 37 kg... placcali, tu, quei giganti li... infatti all'inizio della stagione era un po' intimorito. Ora va meglio: abbiamo comprato la maglia con le protezioni (del tutto inutile se non per questioni psicologiche) e inizia a buttarsi un po' di più. Per chi se ne intende, l'allenatore aveva pensato di farlo giocare con il numero 13, per chi non se ne intende, spiegazione qui


IL GG: il marito sta bene. Giusto ieri mi diceva che inizia a sentirsi vecchio perché ha messo su un po' di pancia e ha perso qualche capello (giusto due o tre...) ma per quanto mi riguarda lui sarà sempre giovane. Lo so lo so, vi vengono le carie ai denti a sentire queste sviolinate, ma che ci posso fare. Non sono il tipo che da peso ai cambiamenti fisici. Vorrei poter dire lo stesso di lui.. ma quella li è un'altra storia. E comunque è una storia abbastanza a lieto fine.


BRO E ARWEN: e chi è che sta meglio di loro?


IL MIO NUOVO PROGETTO: ed eccoci. Ricordate che mesi e mesi fa, avevo pubblicato due o tre post con degli scritti riguardanti una storia ambientata ai tempi dei vichinghi? Si chiamava Gente del Nord e c'è la pagina li su in alto, con qualche info a riguardo (che verrà presto riaggiornata). Bene. Sono lieta di informarvi che quelle poche pagine a furia di dai e dai, sono diventate un romanzo vero e proprio. Già. Anzi, due a dire il vero, perché alla fine era troppo lungo per pubblicarlo tutto insieme e ho deciso di dividerlo. Al momento sono in fase di editing, e spero entro Natale di potervi dire che è presente su Amazon, pronto per essere acquistato e letto. Così sapete cosa mettere sotto l'albero (ahahah). Si intitola Viking Chronicles. Beh, che dire. E' stata ed è un'esperienza straordinaria. Ho conosciuto persone simpaticissime. Ho scoperto cose pazzesche sull'auto-publishing e sul delirio promozionale che ci sta dietro se vuoi che qualcuno legga il tuo libro. Praticamente ad oggi non faccio altro in qualunque momento libero io mi ritrovi. Lo considero un hobby, e se i lettori si divertiranno a leggerlo 1/4 di quello che mi sono divertita io a scriverlo, avrò avuto un successo straordinario.


E con questo passo e chiudo.
Spero di risentirvi, spero che qualcuno passi ancora di qua ogni tanto giusto per dare un occhiata anche dopo tanto tempo, e spero di ritrovare da ora in avanti la possibilità di tornare ad abitare questa casa con un po' di costanza


Baci.

19 commenti:

  1. wow bravissima sono molto contenta per te :-)

    RispondiElimina
  2. Oh Puff stavo lì per lì per mandarti una mail per sapere che fine avessi fatto anche se ti seguo sempre su fb...non lascio traccia di molti passaggi ma c'ero....mi sembra che tutto ingrani in questo periodo e poi beh la novità del libro è' troppo forte, sai che aspettavo il seguito da tempo....ma perché non lo hai intitolato proprio Gente del Nord? ...comunque tu pubblica che sotto il mio albero ci sarà di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooo!!! Gente del Nord è un film... che ho visto e mi è pure piaciuto, con Kurt Rossella. Non parla di vichinghi ma non potrvo rubare il titolo....

      Elimina
    2. Seeee vabbé, Rossella.... Russel, Kurt Russel

      Elimina
    3. Io sono veramente ignorante quando si parla di cinema, va beh per ora ho la scusante che da noi si guardano solo cartoni....ma questo titolo mi attira troppo, dovrò guardarlo!

      Elimina
  3. Anche se pure io ti leggo su FB mi mancavano le Puff Chronicles sul blog.. Bentornata!!!
    E aspetto le coordinate del tuo libro!!
    Iaia

    RispondiElimina
  4. ma che figo che hai scritto un libro!!!! Disponibile anche per Kobo????? please tell me so! :-)

    RispondiElimina
  5. Bè alla buon'ora comare, finalmente di nuovo tra noi!
    Dai che prima o poi ci si becca in qualche torneo di rugby ;P

    RispondiElimina
  6. Io mi affeziono. E mi preoccupavo anche un po' non frequentando facebook.
    Grazie per essere tornata

    RispondiElimina
  7. Grande Puff !!!!! E bentornata :-)

    RispondiElimina
  8. Che bello rileggerti! Ben tornata :*

    RispondiElimina